Pulsantiera di navigazione Adriano StefaniPsicologo

Dissonnie

Dissonnie


Le Dissonnie sono Disturbi del sonno caratterizzati da anomalie della quantità, della qualità o del ritmo del sonno.


 
Le Dissonnie si suddividono in:
  • Insonnia: si parla di Insonnia quando la persona ha difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno per almeno un mese. A lungo andare la persona si sente cronicamente stanca e senza energie.
  • Ipersonnia: la persona dorme in eccesso. Dorme abitualmente per 12-14 ore oppure, oltre al normale sonno notturno, dorme molte ore anche durante il giorno.
  • Narcolessia: caratterizzata da improvvisi e irresistibili “attacchi di sonno” durante il giorno e in situazioni inappropriate, come una riunione di lavoro o durante una conversazione.
  • Disturbo del sonno correlato alla respirazione: durante il sonno la persona smette di respirare o tende a respirare meno, fino al punto di risvegliarsi di continuo. Di giorno la persona è estremamente sonnolenta, specie nelle situazioni rilassate, come ad esempio mentre legge un libro o guarda la televisione.
  • Disturbo del ritmo circadiano del sonno: anche se le persone non hanno la necessità di farlo, si addormentano stabilmente alle ore piccole e si svegliano a giorno inoltrato – i cosiddetti “gufi notturni”.

Stampa la pagina
ARTICOLI CORRELATI